•    Nel corso dell'ultimo decennio molte imprese hanno cercato di stabilire la propria residenza o di localizzare una struttura societaria in un Paese a fiscalità privilegiata anziché in Italia, in quanto ciò gli consente di sfuggire all’applicazione del criterio della world wide taxation e, dunque, di essere assoggettato ad una pressione fiscale meno gravosa, se non addirittura inesistente. In questo contributo andremo ad analizzare il concetto di esterovestizione delle società, indicando quali sono le principali contestazioni che potrebbe rilevare l’Amministrazione finanziaria in caso di controlli, e quali possono essere gli strumenti difensivi a disposizione della società, per questo tipo di accertamenti.

  • Un nostro Cliente, trasferitosi da qualche mese ad Adeje (Tenerife sud), mi ha posto i seguenti quesiti: Per 25 anni ho utilizzato un terreno, situato in Italia, come se fosse mio: non mi sono limitato a coltivarlo, ma l’ho recintato, costruendo al suo interno una cascina; ad oggi, nessuno mi ha mai contestato nulla e lo stesso proprietario non ha mai reclamato la titolarità dell’immobile. Le chiedo Avvocato: Quanto tempo deve trascorrere prima che il terreno diventi di mia proprietà? Che cosa devo fare per rendere “ufficiale” questa situazione di fatto?  La risposta ai quesiti posti è abbastanza semplice, ma…

  • L’aereo è decollato con un notevole ritardo e le giustificazioni addotte dalla compagnia aerea sono state generiche e poco convincenti? Hai perso la coincidenza e adesso sei costretto a subire un grande disagio. È tua intenzione chiedere il risarcimento, ma non sai bene cosa devi fare per far valere tuoi diritti? In questo articolo, Ti spiegherò come ottenere il risarcimento in caso di ritardo dell’aereo, ossia Ti indicherò cosa dovrai fare per farti restituire i soldi del biglietto e quali servizi la compagnia è tenuta a garantirti. Se il ritardo è pari o superiore a tre ore Per i ritardi pari…

  •   La cartella di pagamento può essere annullata per usura? Solitamente, quando si considerano tutti gli accessori connessi alla cartella, tra oneri di riscossione (pari al 4,65% o, se si paga dopo i 60 giorni dalla notifica, all’8%), sanzioni (in media del 30%), interessi di mora (ora al 4,88%) e spese di procedura, è facile raggiungere cifre superiori al 50% rispetto al debito originario. Le cose peggiorano poi quando si chiede la rateazione: in tal caso, nel giro di tre anni la cartella può quasi raddoppiare. E allora, viene facile richiamare il concetto di usura. Più precisamente, l’usura scatta solo quando gli interessi…

  • PERDO LA PENSIONE DI REVERSIBILITÀ SE RINUNCIO ALL’EREDITÀ? La pensione di reversibilità è definita, tecnicamente, come una pensione dovuta ai superstiti del pensionato (in primo luogo coniuge e figli a carico), i quali hanno il diritto di chiedere che la pensione, originariamente erogata al defunto, sia indirizzata e liquidata in loro favore. Ciò premesso, se hai deciso di rinunciare all’eredità del tuo coniuge poiché risulta colma di debiti (e tu non vorrai certamente avere problemi con i suoi creditori!), potrai, in ogni caso, avanzare domanda per ottenere la reversibilità, senza che ciò comporti la revoca della rinuncia.

  • Ho acquistato dei prodotti on line, cosa posso fare se la merce non arriva?  Lo shopping on-line si è diffuso nel corso degli anni, diventando una vera e propria tendenza praticata su tutto il globo. Tuttavia, sebbene, da un lato, l’e-commerce abbia radicalmente modificato il modo di fare acquisti, in quanto consente a chiunque di comperare beni e servizi da ogni parte del mondo, stando comodamente seduti sulla poltrona di casa e, generalmente, a prezzi vantaggiosi; dall’altro, questo tipo di negoziazione ha esponenzialmente aumentato i fattori di rischio, poiché dietro agli innumerevoli vantaggi dello shopping on-line si nascondono, quasi sempre,…

  • In quali casi ho diritto a una parte del TFR percepito dal mio ex coniuge    Diritto dell’ex coniuge al TFR: le condizioni Il diritto a una quota del TFR spetta al coniuge divorziato, ma non a quello separato. La legge sul divorzio stabilisce che all’ex coniuge spetta una quota del TFR percepito dall’altro, solo se ricorrono le seguenti condizioni: la coppia ha divorziato; all’altro coniuge è stato riconosciuto l’assegno divorzile, percepito periodicamente e non accettato in un’unica soluzione; l’altro coniuge non deve aver contratto nuove nozze; il rapporto di lavoro in base al quale l’ex coniuge ha ottenuto il…

  • Chi ha troppi debiti da non potervi fare fronte ha sempre visto il tribunale come il patibolo. Non ha mai pensato che, invece, potesse essere proprio la soluzione per togliersi dai guai. La possibilità che un giudice cancelli i debiti del cittadino con una semplice firma è stata introdotta nel 2012 con la famosa legge sul sovraindebitamento, a tutti meglio nota forse come «legge salva suicidi» o «fallimento del consumatore» . Grazie ad essa, famiglie ed imprenditori che non riescono a far fronte alle proprie obbligazioni e non hanno sufficienti redditi per pagare trovano un modo per ripartire da zero e cancellare il passato.…

  •     Un cliente dello studio Lazzari – Ripa mi ha recentemente posto la seguente questione: Avvocato Lazzari, sono divorziato da alcuni anni e, dopo essermi trasferito a Tenerife, mi sono risposato. La mia ex moglie, che continua a risiedere in Italia, vive con un altro uomo e ha sempre lavorato in nero. Le verso il mantenimento sin dalla separazione, ma ora sono in pensione e vorrei togliermi questo peso. Cosa posso fare? Innanzitutto, ho fatto presente al mio cliente che l’obbligo al versamento dell’assegno divorzile cessa in automatico solo in presenza di due circostanze, cioè: - in caso di nuovo…

  • Hai messo da parte dei soldi contanti. Si tratta soprattutto di regali ricevuti in varie ricorrenze e di alcune vincite al gioco. Ci sono anche i soldi derivanti da vendite beni e/o prestazioni che hai svolto senza emettere fattura. Ora però vorresti goderti questi risparmi. Hai tanti desideri da soddisfare e, quando si tratta di spendere, di certo non ti manca la fantasia. Tuttavia, ti sorge un dubbio: posto che non vuoi che l’Agenzia delle Entrate si accorga di tali somme di denaro proprio dai futuri acquisti che andrai a fare. Così, per stare tranquillo e non rischiare grane con il…

  •   In quali casi si rischia di perdere la casa? Certamente, chi ha accumulato consistenti debiti è esposto al serio rischio di perdere la propria casa. Ma non è l’unico. Anche chi perpetra illeciti penali di un certo tipo può rischiare il sequestro e la confisca dei beni, compresa la casa. Inoltre, corre il rischio di perdere la propria abitazione chi, ad esempio, fa parte di un condominio che non paga le fatture o non ha un’assicurazione contro gli infortuni causati a terzi. Infine, potrebbe perdere la casa, addirittura, chi  inserisce questo bene all’interno di un fondo patrimoniale. Attraverso quest’articolo…

  •   Quali sono i debiti che non passano agli eredi?   Il chiamato all’eredità che accetta il patrimonio ereditario diventa titolare dei crediti, ma anche dei debiti, lasciati dal defunto dopo la sua morte. Solo con la rinuncia dell’eredità si può bloccare questa sgradevole conseguenza, dovendo rinunciare, però, ad ogni altro bene presente nell’asse ereditario. Devi sapere, però, che fortunatamente non tutti i debiti del defunto passano in successione. Pertanto, conoscere quelle che sono le tipologie di debiti che non si trasmettono agli eredi, ti consentiranno dicapire se sia opportuno, o meno, accettare l’eredità.       span style="font-size: 14pt;" /><strong>1)…

  • La Corte di Cassazione continua a fare applicazione del principio stabilito dalla sentenza 11504/2017 con cui la giurisprudenza di legittimità ha sancito l'abbandono del riferimento al "tenore di vita goduto in costanza di matrimonio" come parametro per il riconoscimento dell'assegno divorzile. Nella recente ordinanza n. 23602/2017, la sesta sezione civile ha infatti accolto il ricorso di un uomo a carico del quale la Corte d'Appello aveva posto l'obbligo di versamento all'ex coniuge di un assegno divorzile di 200 euro mensili. La Corte territoriale aveva giustificato il riconoscimento dell'assegno nei confronti dell'ex moglie in quanto costei, sebbene svolgesse un'attività lavorativa dipendente e le fosse stata assegnata la casa…

  • In un Paese dove l’economia è sempre stata altalenante ed incerta, il mattone ha incarnato il metodo più sicuro per proteggersi dall’inflazione ed evitare investimenti ingannevoli. È normale che, dopo aver sostenuto un mutuo durato quasi metà vita lavorativa, ci si chieda come difendere la propria casa. Il primo nemico a cui si pensa non è certo il ladro o il terremoto, ma le ipoteche e i pignoramenti degli eventuali creditori. E, nell’arco di una generazione, le occasioni sono innumerevoli. Ad esempio l’ex moglie a seguito di una separazione, il fisco, i fornitori o i dipendenti dell’imprenditore, il cliente danneggiato dal…

  •   Non sono buone le notizie per i pensionati che hanno maturato debiti con l’Agenzia dell’Entrate per cartelle di pagamento non saldate. La novità è contenuta nella legge di bilancio 2018. Ad essere colpiti, però, non saranno tutti gli anziani, ma solo coloro che percepiscono importi superiori ad una certa cifra. Significa, quindi, che secondo la nuova legge, ogni volta che la P. A. deve effettuare, in favore di un contribuente, a qualsiasi titolo, un pagamento di almeno 5mila euro, dovrà sospendere l’accredito  e interrogare l’Agente dell’Entrate per verificare se il beneficiario è debitore di somme (pari almeno a 5.000 euro) per l’omesso versamento di una…

  •  Gli strumenti che consentono di “vivere di rendita” Tutti vorremmo vivere di rendita per poi magari impegnare il nostro tempo con un lavoro che corrisponda alle nostre passioni, che non ci costringa alla routine di tutti i giorni, rendendoci dunque liberi e spensierati. Per trovare le risorse che consentano di vivere fino all’ultimo dei propri giorni bisogna avere da parte qualcosa da far fruttare, che potrebbe essere: l’ingegno, una somma di denaro o un immobile. Insomma, la rendita deriva quasi sempre un investimento andato a buon fine, ma una base da cui partire ci deve essere sempre. Diversi sono i sistemi che…

  • Rapporto di fatto: cosa accade se muore uno dei conviventi È noto che cosa succede in termini di eredità quando muore un coniuge (chi non lo sa visiti il nostro sito www.lazzari-ripa.eu). Ma se due persone costituiscono una coppia di fatto, quali sono gli effetti derivanti dal decesso di uno dei conviventi?  In particolare, occorre chiedersi: quali diritti ha il superstite sulla casa o sulla pensione di reversibilità oppure, ancora, sul Tfr del partner defunto? Come viene disciplinata la successione? Il compagno in vita può usufruire di un permesso lavorativo per lutto anche se si trattava di una coppia di fatto ? Con questo articolo cercheremo…

  •   Può un italiano circolare in Italia con un vettura a targa straniera? Targhe straniere: quali regole? Il codice della strada afferma che i veicoli immatricolati in paesi diversi dall’Italia e di proprietà di cittadini residenti in Italia (anche con nazionalità diversa da quella italiana) possono circolare nel nostro Paese al massimo per un anno. Dopo un anno, i veicoli con targa straniera devono essere immatricolati nuovamente con targa italiana. Altro caso è quello in cui il proprietario di un veicolo con targa straniera non è residente in Italia, ma in un qualsiasi Paese della Comunità europea: se il suo veicolo è immatricolato nello stesso…

  • Separazione e divorzio internazionale: Applicazione del Regolamento U.E. Roma III (Regolamento U.E. 1259/2010)   Il 21 Giugno del 2012 è entrato in vigore il Regolamento U.E. Roma III (Regolamento U.E. 1259/10) che ha rivoluzionato la disciplina del divorzio internazionale per quanto riguarda la legge applicabile. Si può dire che ormai è aumentato radicalmente il numero di cittadini comunitari che circolano in Europa sia per motivi di lavoro che di studio. Inoltre, tanti cittadini extracomunitari vivono oggi all'interno dello spazio europeo e molto spesso circolano da un paese all'altro. Una delle conseguenze di questi fenomeni è stato l'aumento di matrimoni fra…

  •  E’ un istituto giuridico disciplinato dal DPR 115/2002 che consente a chi è privo di un reddito minimo (oggi pari a € 10.628,16) di farsi assistere e rappresentare in giudizio da un avvocato senza dover pagare le spese di difesa e le altre spese processuali poiché queste vengono pagate dallo stato o esentate con la prenotazione a debito. b. In quali giudizi è ammesso? Il patrocinio a spese dello stato è ammesso nel processo penale, nel processo civile, nel processo amministrativo, nel processo contabile, nel processo tributario e di volontaria giurisdizione. E' altresì ammesso nel procedimento di esecuzione, nei processi…

  • Nessuno vorrebbe avere problemi con il fisco: né chi ha commesso piccole evasioni, né chi ha la coscienza pulita ed è in regola con i conti. Ma talvolta i computer dell’Agenzia delle Entrate rilevano delle piccole incongruenze anche nella dichiarazione dei redditi di chi ha la coscienza pulita. Basta, infatti, una virgola messa male per scontare pene a volte molto salate. Ed è vero che, se il fisco quando deve «dare» si prende tutto il tempo che vuole, quando invece deve «prendere» è puntualissimo. Mica per niente si dice «Come sei fiscale!». Ecco perché, per non avere problemi con qualche…

  •     Molto spesso, quando si sente parlare di pignoramento, si sente parlare anche del c.d. minimo vitale. Si tratta, in altri termini, di una somma che non può essere toccata in nessun modo dal creditore e che garantisce il soddisfacimento dei bisogni primari dell'individuo. Pertanto, chi subisce il pignoramento del proprio stipendio tende subito a porsi queste domande: la tutela del minimo vitale è prevista per gli stipendi o solo per le pensioni? E ancora: quali limiti incontra il pignoramento dello stipendio? Con riferimento alla prima domanda la risposta, purtroppo, è negativa. Infatti, il minimo vitale è previsto dalla legge solo ed esclusivamente per…

  • PER QUALI RAGIONI I GENITORI ACQUISTANO CASA E LA INTESTANO AI FIGLI? I motivi che spesso inducono i genitori ad acquistare una casa e intestarla ai propri figli, anziché intestarla a sé stessi e poi lasciarla loro in eredità, sono di solito dirette ad evitare un doppio passaggio di proprietà, con pagamento delle conseguenti spese notarili. Il soggetto che, ad esempio, sta già pensando alla ripartizione del proprio patrimonio, può già disporre dei suoi beni con atti di donazione, in modo che gli immobili vengano così divisi tra gli eredi in modo equo. Un’altra ragione per cui si acquista casa per…

  • Le Isole Canarie, di cui è parte Tenerife, rientrano nel territorio europeo/comunitario, pertanto gli italiani non necessitano di nessun permesso speciale di lavoro. Tuttavia, nonostante la libertà di circolazione, dopo tre mesi dall’arrivo è necessario registrare la propria presenza in suolo canario presso l’Oficina de Extranjeria. Di seguito gli indirizzi e i recapiti telefonici dei principali uffici.  §  Santa cruz de Tenerife  C/ Viera y Clavijo, 46. 38004 – Santa Cruz de Tenerife Tel.: 922999337 §  La Laguna C/ Nava y Grimón, 66 38201 – La Laguna (Santa Cruz de Tenerife) Tel.: 922314621 §  Puerto de la Cruz C/ José del Campo Llarena,…

  •  Esecuzione sentenza italiana all’estero - unione europea e Isole Canarie.  Esecuzione per recupero del credito commerciale, civile e di alimenti.                    La sentenza italiana può essere resa esecutiva all’estero attraverso gli strumenti adeguati.    Nell’ambito comunitario, e quindi anche nelle Isole Canarie, esistono vari strumenti che permettono l’eseguibilità di sentenze italiane nell’Unione Europea e nel caso specifico nelle Isole Canarie. Teniamo conto del Regolamento CE 44/2001, attualmente sostituito dal Regolamento CE 1215/2012, relativi al Riconoscimento ed esecuzione sentenze comunitarie (Exequator e competenza).    Questo regolamento determina Tre aspetti fondamentali.....      

  • Il 17 dicembre 2014 è stato siglato il Protocollo d'Intesa tra il Tribunale Civile di Roma ed il Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Roma per ridurre al massimo il numero dei contenziosi in ordine alle 'spese straordinarie'   L'intento primario perseguito dal Tribunale di Roma, Sezione famiglia, di concerto con il Foro, è quello di prevedere un assegno di mantenimento il più possibile comprensivo di voci di spesa ordinarie e frequenti, al fine di ridurre le occasioni di richiesta al genitore obbligato e di consentire, altresì, al genitore beneficiario, una corretta ed oculata amministrazione del budget mensile di cui poter…

  • L'impresa italiana che vanta un credito nei confronti di una impresa straniera con sede nel territorio di uno Stato membro della Unione Europea, ai fini di scegliere a quale Autorità Giudiziaria rivolgersi per il recupero del proprio credito, dovrà tener conto del luogo in cui l'obbligazione deve essere eseguita in base a quanto concordato con la controparte o in mancanza sarà la legge a stabilire il luogo di esecuzione della obbligazione dedotta in giudizio. 

  •   Cartelle dell’agente della riscossione che arrivano a distanza di 5, 8 o 10 anni (o anche più), per imposte e tasse sulla casa, sull’auto o sui redditi oppure per contributi previdenziali: come sapere se devono essere pagate o se, grazie al decorso del tempo, sono prescritte e quindi non sono più dovute? In questo articolo cercheremo di fare chiarezza sui termini di prescrizione, diversi in base alla natura e tipologia del credito. La prescrizione è, in poche parole, la sanzione per non aver esercitato un diritto nei termini. Un credito prescritto è un credito estinto. Diversa dalla prescrizione è la decadenza, cioè la sanzione per non aver esercitato una determinata azione necessaria…

  •  In quali casi si perde il diritto all’eredità? Più volte, è capitato che Clienti dello Studio Lazzari - Ripa, piuttosto preoccupati, mi abbiano posto la seguente domanda: l’avvocato, quando si perde l’eredità?  Bene, nonostante non possano essere diseredati il coniuge, i figli, i genitori e i nipoti, se non in casi eccezionali, c’è chi adotta un comportamento scorretto anche davanti alla morte, tentando di falsificare o nascondere i testamenti oppure serbando una condotta illegittima nel confronti del testatore. Dunque, diverse sono le situazioni in cui anche l’erede legittimo può perdere la propria quota di eredità e non solo in casi…

  • La formazione di una vera e propria famiglia di fatto esclude la corresponsione dell’assegno divorzile Con la Sentenza n. 6855 del 03/04/2015 la Corte di Cassazione ha affermato un importante principio in materia di divorzio. L’ex coniuge beneficiario dell’assegno di mantenimento che forma una “famiglia di fatto” in grado di incidere realmente e concretamente sulla sua condizione economica, perde il diritto all’assegno divorzile. La Corte di Cassazione ritiene, infatti, che l’espressione “famiglia di fatto” non consiste soltanto nel convivere come coniugi, ma indica prima di tutto una“famiglia”, portatrice di valori di solidarietà, di arricchimento e sviluppo della personalità di ogni suo componente, e di…

  • In tema di pignoramento di immobili in regime di comunione legale, il coniuge non debitore ha diritto di intervenire nella procedura e chiedere la distribuzione del 50% del ricavato dalla vendita all'asta, ma non può opporsi al pignoramento dell'immobile nella sua interezza  Gli immobili intestati ai coniugi in regime di comunione legale, possono essere oggetto di pignoramento da parte dei creditori (ivi compresa Equitalia), sia che il debito sia stato contratto da uno solo che da entrambi i coniugi: Il problema da dipanare riguarda la quota pignorabile (ossia l'intero o il 50% dell'immobile). Bisogna quindi distinguere i due casi:

  •   Nel momento in cui c’è un versamento sospetto sul conto corrente che il contribuente non riesce a dimostrare, l’Agenzia delle Entrate lo sottopone a tassazione presumendo che esso derivi da un reddito non dichiarato. Spetta al contribuente dimostrare il contrario dando prova che si tratta di redditi esenti dalle tasse, o di proventi da disinvestimenti (ad esempio la vendita di un’auto usata) o di redditi già tassati alla fonte. Ma procediamo con ordine e vediamo, in caso di controlli sui conti correnti, come si difende il contribuente. I controlli sui versamenti sul conto Ciascun contribuente, a prescindere dal tipo di…

  • Un nostro Cliente, residente a Los Cristianos (Tenerife) già da diversi anni, mi ha posto i seguenti quesiti: Io e mio fratello, che vive in Italia, siamo gli unici coeredi di un immobile situato in Italia, ereditato da nostro padre, e che adesso io vorrei vendere.  Le chiedo Avvocato Lazzari: 1) Devo riservare a mio fratello il diritto di prelazione? 2) Come posso in concreto manifestargli, in via ufficiale, il mio interesse a vendere la mia parte di immobile, per poter ottenere una cifra congrua? 3) Nel caso in cui mio fratello non si esprimesse, oppure mi dicesse di non…

  • Competenza, riconoscimento ed esecuzione delle decisioni in materia matrimoniale ed in materia di responsabilità genitoriale. Una decisione resa in uno stato membro sarà riconosciuta nell’altro stato membro senza che siano necessario speciali procedure? Legittimi i contratti prematrimoniali a condizione che…

  • Anatocismo e capitalizzazione degli interessi dopo la sentenza della Cassazione: illegittima tanto la trimestrale quanto quella annuale; suggerimenti per recuperare gli importi trattenuti dalla banca.   La sentenza di ieri della Cassazione [1] apre un nuovo spiraglio nell’infinito contenzioso tra clienti e banche e, in particolare, in tutte quelle cause rivolte a ottenere la restituzione degli interessi “maggiorati” per via dell’applicazione del cosiddetto “anatocismo”. In pratica, la “capitalizzazione degli interessi” (ossia l’applicazione degli interessi non solo sulla sorte capitale, ma anche sugli interessi già maturati in precedenza) sarebbe – secondo il nuovo indirizzo della Suprema Corte – sempre illecita: non solo, quindi, quando applica-ta trimestralmente (orientamento ormai pacifico in…

  • Per spendere devi avere dei soldi. E se hai dei soldi devi averli dichiarati all’Agenzia delle Entrate. Su questi due binomi si basa il funzionamento del cosiddetto redditometro, lo strumento più utilizzato dal fisco per accertare il reddito di tutti quei contribuenti che non hanno una contabilità. Se risulta che sei intestatario di una casa o di un’auto e magari il tuo reddito non ti consente non solo l’acquisto del bene in sé, ma anche il suo successivo mantenimento (spese di condominio, bollo, assicurazione, tasse) dovrai dimostrare all’Agenzia delle Entrate come ti sei procurato i soldi. E a questo punto o…

  • Vendita di immobile a prezzo irrisorio ad un erede Classico esempio che sovente si verifica, è la vendita ad uno dei successibili di un bene immobile per un prezzo irrisorio (immobile del valore di € 200.000 venduto per euro 50.000). Evidente, allora, nel caso di specie, è il favor reso dal de cuius nei confronti del successibile/acquirente, sostanziandosi nella somma risparmiata da quest'ultimo all'atto dell'acquisto (150.000 €).  Il contratto in questione, meglio noto come "negotium mixtum cum donatione", viene inquadrato dalla consolidata giurisprudenza nell'ambito delle donazioni indirette, ovvero di quei negozi che pur non avendo la "forma" della donazione tendono a perseguirne i medesimi scopi.

  • Esecuzione di sentenze italiane all’estero, nell’ Unione Europea, ed in speciale nelle Isole Canarie. Sentenza italiana di recupero credito commerciale, civile e relativa ad obblighi alimentari.  La sentenza italiana può essere resa esecutiva all’estero attraverso gli strumenti adeguati. Nell'ambito comunitario, e quindi anche nelle Isole Canarie, esistono vari strumenti che permettono l’eseguibilità di sentenze italiane. Anzitutto il Regolamento CE 44/2001 attualmente sostituito dal Regolamento CE 1215/2012 relativi al Riconoscimento ed esecuzione sentenze comunitarie (Exequator e competenza). Questo regolamento determina Tre aspetti fondamentali:

  •  L’Avviso di mora inviato da Equitalia è una intimazione a adempiere che deve contenere determinate informazioni previste per legge a pena di nullità; è sempre consigliabile verificare se il contenuto rispetta il modello previsto dal legislatore nonché, in caso di ricorso, contestare la notifica dell’atto su cui la stessa si fonda.  Anche Equitalia, come ogni altro creditore, è tenuta, in determinati casi, a inviare l’intimazione ad adempiere, ma, a differenza di quelle comuni previste dal codice civile (per le quali non vi sono vincoli di forma), quella dell’Agente della riscossione deve essere redatta secondo un modello specificatamente approvato con decreto…

  • Il momento della divisione dell’eredità di una persona è tanto delicato quanto complicato. La legge è chiamata a prevedere una serie numerosa di ipotesi: non solo quella in cui il defunto non ha fatto testamento, ma anche quella in cui il testamento, pur scritto, venga annullato o leda le quote di alcuni degli eredi. Pertanto, nel voler spiegare come si calcolano le quote di eredità dobbiamo per prima cosa stabilire se un testamento è stato scritto o meno. Può darsi che il defunto muoia senza aver fatto testamento o che nel testamento abbia disposto soltanto di alcuni suoi beni e non di…

  • I rimedi esperibili in caso di inadempimento e gli obblighi delle parti nella vendita internazionale  Prima di individuare i rimedi esperibili in caso di inadempimento è doveroso comprendere quali siano gli obblighi delle parti nella vendita internazionale.    La vendita internazionale è disciplinata (ove ratificata) dalla Convenzione di Vienna del 1980 ratificata dall’Italia con la legge n. 765 del 1985. Si deve anche precisare che tale Convenzione non disciplina tutti i casi di vendita di beni mobili internazionale, vengono esclusi: la vendita per uso personale, familiare o domestico, la vendita di beni all’asta, di valori mobiliari, titoli di credito e di denaro; la…

  • La Legge di Stabilità 2013 prevede che il contribuente possa depositare un’istanza di sospensione delle cartelle esattoriali, qualora vi siano motivi fondati della non debenza delle imposte iscritte a ruolo, alla quale l’ente impositore deve rispondere entro un termine perentorio, pena l’illegittimità degli atti.   Chi deposita un’istanza di sospensione della cartella esattoriale di Equitalia, presso lo sportello dell’Agente di riscossione, non può subire né pignoramenti, né ipoteche o fermi auto: questo perché l’istanza sospende, di diritto e in via automatica, la procedura di riscossione. In tal caso, il ricorso contro gli atti di Equitalia è più che legittimo. Ma procediamo con ordine.  La legge [1] prevede che il contribuente possa…

  •   Come può tutelarsi il coerede leso, se il de cuius, in vita, ha venduto in favore di un altro erede ad un prezzo irrisorio ? Talvolta accade che il de cuius, spinto da particolari legami affettivi o da attente valutazioni circa l'affidabilità dei suoi discendenti, preferisca, in vita, un determinato successibile, effettuando, in suo favore, trasferimenti di dubbia causa.  Vendita di immobile a prezzo irrisorio ad un erede Classico esempio che sovente si verifica, è la vendita ad uno dei successibili di un bene immobile per un prezzo irrisorio (immobile del valore di € 200.000 venduto per euro 50.000). Evidente, allora,…

  • Gli strumenti da attivare nei confronti del coniuge che si sottrae all'obbligo di mantenimento dei figli e dell'altro coniuge a seguito di separazione o divorzio Il nostro legislatore offre una serie di strumenti da attivare nei confronti del coniuge che si sottrae all'obbligo di mantenimento dei figli e dell'altro coniuge a seguito di separazione o divorzio. Perché si possa agire è necessario l'inadempimento dell'obbligato. Il primo passo per ottenere il pagamento dell'assegno di mantenimento è l'invio di una diffida. Si tratta di inviare una lettera raccomandata con ricevuta di ritorno con la quale si invita la parte inadempiente (coniuge-debitore) al pagamento.…

  • Nuovo e importante precedente sulle notifiche di cartelle Equitalia: quando fatte a mezzo posta sono addirittura inesistenti, con la conseguenza che tutti i procedimenti di riscossione sono nulli.  Ancora una sentenza che farà esultare i contribuenti raggiunti da cartelle esattoriali di Equitalia: si sta sempre più affermando quell’indirizzo giurisprudenziale (un tempo minoritario) – favorevole al cittadino –  secondo cui sono invalide tutte le cartelle notificate, con semplici raccomandate a.r., direttamente dall’agente di riscossione. Al contrario, sempre più giudici si stanno convincendo del fatto che dette notifiche debbano essere fatte – così come per tutti gli atti di avvio di procedimenti giudiziari –…

  •   Quando si parla di eredità, bisogna sin da subito ricordare che l’erede non può scegliere che cosa ereditare: in altri termini, l’erede non può subentrare solo nelle attività del defunto (conti correnti, case, arredi, auto) senza rispondere delle eventuali passività (mutui ancora pendenti, cartelle di pagamento per imposte non versate, sentenze di condanna e decreti ingiuntivi, ecc.). A differenza infatti del c.d. «legatario», che subentra solo in determinati rapporti (ad esempio, la titolarità di un’auto, un terreno, ecc.), l’erede diventa invece proprietario di una quota ideale del patrimonio del defunto (fino al momento della divisione con gli altri eredi), comprensiva quindi…

  • Irregolarità fiscali: adesione all’accertamento, pagamento a rate, accordo in mediazione o conciliazione. Sbagliare è umano, ma non con il fisco: in questo caso, anche la più banale errore o dimenticanza contenuta nella dichiarazione dei redditi, sebbene commessa in buona fede o da altri soggetti (come il commercialista), può costare caro al contribuente, sia in termini di sanzioni e interessi che di avvio di procedure di riscossione particolarmente invasive. L’Agenzia delle Entrate, infatti, dispone di particolari strumenti informatici in grado di individuare gli “errori” del contribuente e avviare (in tempi ormai più rapidi rispetto al passato) gli accertamenti fiscali.  Facciamo un esempio: un contribuente…

  • Accettare l'eredità sì, ma con le dovute cautele. Il defunto non è sempre lo zio d'America... E, se gli eredi sono minori, è pure obbligatorio. Ecco una esaustiva trattazione di questo istituto poco conosciuto. Non necessariamente l'eredità porta un arricchimento dell'erede; essa, infatti può anche risultare passiva. Ciò avviene quando le obbligazioni a carico del defunto superano in valore le attività, cioè i beni mobili ed immobili, che, a seguito della successione, vengono trasmesse agli eredi. L'operazione in questo caso non è conveniente e ha serie probabilità di non essere accettata dai soggetti chiamati all'eredità.   Ancor più grave sarebbe la…

  • La donazione è il contratto con il quale per spirito di liberalità una parte arricchisce un’altra, e come tutti i contratti può sciogliersi nei soli casi previsti dalla legge.   Per le sue caratteristiche, però, il legislatore ha predisposto due presupposti in presenza dei quali la donazione, che non sia rimuneratoroia o obnuziale, può essere revocata:  1) ingratitudine del donatario  2) sopravvenienza di figli  Ingratitudine del donatario  Ai sensi dell’art. 801 c.c., è concesso al donante di revocare la donazione eseguita a favore di colui che abbia attentato alla sua vita, a quella dei suoi discendenti o del coniuge secondo…

  • Efficacia multe prese all'estero. In caso di autonoleggio la multa arriva alla'società che l'addebita al cliente direttamente sulla carta di credito, anche...

  • Sommario: 1) Introduzione 2) L’Annullabilità A) Assolutezza B) Effetti C) Vizi della volontà D) Incapacità di disporre per testamento E) Incapacità naturale F) Vizi formali non determinanti la nullità G) Annullamento (parziale) di singole disposizioni 3) La Nullità A) Le previsioni del codice civile B) Vizi gravi di forma per il testamento olografo C) Mancata osservanza delle forme prescritte dagli artt. 603, 604, 605 e 619 c.c. D) Incapacità relative a succedere per testamento  

  • Al momento del decesso di una persona si apre la successione ereditaria, che può essere legittima, testamentaria o necessaria. I diritti patrimoniali del defunto vengono trasferiti ad altri soggetti che subentrano in tutte le situazioni giuridiche relative al de cuius, sia per le attività, che per le passività. Al momento del decesso di una persona (de cuius), si apre la "successione ereditaria". I diritti patrimoniali del defunto vengono trasferiti ad altri soggetti che subentrano in tutte le situazioni giuridiche relative al de cuius, sia per le attività, che per le passività. Il complesso di norme che regola tale trasferimento si chiama…

  •     Talvolta può accadere che una donazione fatta da un soggetto quando era ancora in vita vada a ledere, alla morte di questo, i diritti degli eredi cd. necessari, ovverosia i legittimari.  I legittimari Prima di analizzare il rapporto tra eredità e donazioni, è necessario ricordare che nel nostro ordinamento se un soggetto alla sua morte lascia coniuge, discendenti o ascendenti, a questi è riservata una quota dell'eredità, detta legittima. Essa spetta ai cd. legittimari anche contro la volontà del defunto e, quindi, non può essere lesa da disposizioni testamentarie né da eventuali donazioni fatte in vita. Più in particolare, al coniuge, oltre al diritto di abitazione sulla casa familiare,…

  • Regolamento CE 4 Luglio 2012 n. 650/2012 relativo alla competenza, alla legge applicabile, al riconoscimento e all’esecuzione delle decisioni e degli atti pubblici in materia di successioni e relativo alla creazione di un “Certificato Successorio Europeo” La globalizzazione e l’internazionalizzazione delle relazioni comporta come conseguenza che le famiglie internazionali siano sempre più numerose, mentre la regolamentazione delle successioni internazionali resti un problema complesso e in continua evoluzione. Le regole applocabili alle Successioni Internazionali sono, infatti, estremamente complicate e variano in modo importante da uno Stato all’altro. Da cio’ deriva una mancanza di sicurezza giuridica, spesso vissuta male, dagli eredi che…